Clicky

Varie | BLOG - Julian's WebSite Category: Varie

Grazie… {3}

Vorrei fare un intervento dedicato ad una persona speciale, che mi è stata vicina quando stavo bene e che mi è stata ancora più vicino quando sono stato male, che non mi ha fatto mancare affetto, che mi è sempre stata amica, una persona a cui voglio un casino di bene…chiara sei la persona giusta al momento giustoTI RINGRAZIO DI CUORE, SEI LA MIA PICCOLA!!

Il Times “cancella” Maradona {1}

Non c’è il Pibe tra gol più importanti

Sgarbo dell’Inghilterra a Maradona. Il Times, il quotidiano più autorevole d’oltremanica, ha stilato la lista dei 50 gol più importanti della storia del calcio e non è presente alcuna segnatura del Pibe de Oro. Il primo è quello di Hurst, il famoso gol fantasma nella finale dei Mondiali 1966, poi ci sono altri otto britannici. L’Italia è presente con Rossi al 35° posto con il gol decisivo al Brasile nel 1982.

orig_c_0_articolo_372673_immagine.jpg

Gli inglesi e gli argentini non si sono mai amati, soprattutto a causa delle isole Falklands, e spesso si è vista questa rivalità anche sui campi da calcio, con sfide interessanti ed anche un po’ rudi. Tuttavia, l’esclusione di Diego Armando Maradona dalla lista dei 50 gol più importanti della storia sembra piuttosto un sgarbo.
Tra le tante reti segnate dal Pibe de Oro, che hanno permesso alla sua nazionale ed alle sue squadre di club (Napoli su tutte), è abbastanza improponibile che nessuna di esse sia stata importante. Come, ad esempio, i due gol segnati proprio all’Inghilterra a Messico 1986, mentre in classifica (al 44° posto) c’è l’inutile gol di Lineker per l’1-2 finale.

Ma un gol importante, non deve essere decisivo? Allora cosa ci fanno le reti di Joe Payne del Luton Town, in una partita finita addirittura 12-0? C’è poi da notare su 50 marcature, ben 32 sono di giocatori o squadre britanniche: un po’ troppo, considerando che il palmares delll’Inghilterra è di un mondiale vinto (tra l’altro tra le polemiche) e niente più.
E l’Italia? Solamente due presenze, nelle retrovie: il gol del 3-2 di Paolo Rossi al Brasile ai Mondiali 1982 e quello di Angelo Schiavio nei Mondiali 1934 con la Cecoslovacchia. Ne mancano un po’, come Rivera in Italia-Germania 4-3, come Grosso in Germania-Italia 0-2 e tanti altri, sicuramente più importanti del gol di Bobby Charlton in Inghilterra-Colombia 4-0 nel 1970.

Voi che ne dite? Non è che gli inglesi volino un pò troppo alti con la testa?

Motogp: Stoner domina a Laguna Seca {3}

Terzo Melandri, Rossi finisce quarto

Casey Stoner si è aggiudicato il Gp degli Stati Uniti valido come undicesima prova del mondiale Motogp. Il pilota della Ducati ha condotto una gara stratosferica disintegrando la resistenza degli avversari e chiudendo in 44’20″325. Al secondo posto si è piazzato a sorpresa Chris Vermeulen (Suzuki) staccato di oltre 9″. Lontanissimo ma ottimo terzo posto per Melandri (Honda). Quarto Rossi (Yamaha). Fuori Capirossi.

Ci si aspettava una battaglia, bagarre e grandi emozioni. A Laguna Seca è, invece, andato in scena il monologo di Casey Stoner. Troppo facile per essere vero, ma il pilota della Ducati ha fatto un sol boccone degli avversari ai quali dire che ha lasciato solo le briciole è un eufemismo. Disintegrati quanto a velocità pura, bastonati nei tempi sul giro, alla fine l’australiano a fatto gara a sè, correndo noiosamente verso una vittoria che consolida un primato in testa alla classifica del mondiale che adesso si fa sempre più consistente. E nella giornata della monotonia quanto alla leadership della gara, la sopresa Chris Vermeulen accende d’interesse la cronaca: secondo posto importantissimo per una Suzuki sugli scudi anche sull’asciutto.

Gli unici sprazzi di battaglia li hanno garantiti Valentino Rossi e Marco Melandri con il secondo capace, nonostante il pauroso volo delle qualifiche, con una distorsione alla caviglia, di ottenere un gradino più basso del podio che sa di addio alla Honda per un futuro tutto in Ducati. Ci ha provato il pilota di Tavullia a reggere il confronto ma, ancora una volta, le gomme non hanno garantito tale efficienza da poter competere ai massimi livelli. Ora per gli uomini Yamaha sarà il momento di tirare le somme, di garantire a Rossi una moto più competitiva per il futuro, la Ducati è sempre più lontana, Stoner continua a volare.

Nuovo Blog di WordPress {0}

ciao a tutti…!! vi piace il mio nuovo blog o dite che sia meglio cambiarlo??date un giudizio da 1 a 10 su quanto vi piace ( 1 per niente, 10 perfetto)…in base al risultato dei voti vedremo cosa fare…CIAO!!!