Clicky

Informatica | BLOG - Julian's WebSite Tag: Informatica

Soluzione problema "creazione della Cache" di VLC {20}

Come ormai tutti ben sapranno VLC è un famoso player multimediale capace di riprodurre praticamente qualsiasi formato audio/video. Esso viene aggiornato molto spesso con l’aggiunta di funzionalità e la correzione di alcuni bug.

Nelle ultime versioni però molti utenti hanno notato un fastidioso messaggio che rallenta di molto la riproduzione di un video. Il messaggio si presenta sottoforma di finestra popup e si riferisce alla creazione della cache per i font.

Googlando ho trovato una semplice soluzione a questo noioso problema. Basta seguire questi pochi passi:

  • andare nel menu Strumenti->Preferenze e scegliere Mostra tutte le impostazioni nella selezione in basso a sinistra
  • andare nel menu Video->Sottotitoli/OSD e scegliere come modulo di rendering del testo la funzione generatore font dummy
  • premere salva in basso a destra

Il problema si risolve magicamente, in attesa di una correzione ufficiale del team videolan.

da downloadzoneforum.net

Google Chrome OS – presentazione ufficiale {0}

Tanti di voi avranno già sentito le voci di un sistema operativo made in Google basato sul loro browser Chrome. Oggi i ragazzi di Mountain View hanno presentato ufficialmente in un evento Google Chrome OS, un sistema operativo ai suoi primordi (molto lontano dall’essere anche solo in beta).

chrome-icon-742122

Di seguito vi propongo un video che riassume in modo chiaro e conciso gli obbiettivi di questo sistema operativo.

httpv://www.youtube.com/watch?v=0QRO3gKj3qw

Il video seguente mostra invece un concept dell’interfaccia di questo rivoluzionario (per il modo di porsi e lavorare) sistema operativo.

httpv://www.youtube.com/watch?v=hJ57xzo287U

Se siete ancora curiosi nel link della fonte (Engadget) trovate screenshot di una primitiva interfaccia Chrome OS e foto dell’evento di presentazione.

da Engadget.com

Installazione MUI Language Pack in Windows 7 Professional di MSDN {143}

Ritornato dalle ferie, ho deciso di passare a vedere cosa c’era di nuovo sul servizio MSDN Accademic Alliance offerto dal mio dipartimento universitario (www.dei.unipd.it) per il download di software microsoft. Essendo rimasto isolato dal mondo di internet e dell’informazione tecnologica per un bel lasso di tempo, rimango stupito di trovare pronto per il download Windows 7 Professional nella sua versione finale sia a 32bit (x86) che a 64 (x64). Decido subito di scaricare la versione a 32bit inglese ed installarla sul mio portatile che precedentemente montava Windows Vista.

windows7

Concluso ciò, decido di scaricare anche i Language Pack di Windows 7 ma con grande dispiacere scopro che non è possibile installarli tramite il pannello di controllo. Dopo una breve ricerca in internet vengo a sapere che solo le versioni Enterprise ed Ultimate di Windows 7 supporta i MUI per cambiare la lingua al sistema.

Comincio a pensare di tenere 7 in inglese che non è male e la lingua certo non mi da problemi ma, per curiosità, decido di fare un’altra piccola ricerca su google che mi porta a questo forum. Vengo a sapere che è vero che il cambio lingua del sistema tramite pannello di controllo si può effettuare solo con le versioni Enterprise ed Ultimate ma che pure Windows 7 Professional scaricato tramite il servizio MSDN possiede questa funzionalità, anche se controllabile in un modo più difficile ma non impossibile, come si può vedere dalla seguente guida.

  1. Per prima cosa bisogna procurarsi il DVD del language pack o una sua immagine ISO montabile su un drive virtuale o i file della lingua desiderata. Per chi ne possedesse il privilegio, da MSDN è possibile scaricare il DVD con i Language Pack.
  2. Aprire il Prompt dei Comandi in modalità amministratore (fare tastro destro sull’icona e sceglie “run as administrator”).
  3. Scrivere le seguenti righe sul prompt: DISM /Online /Add-Package /PackagePath: “percorso file lingua” come ad esempio: DISM /Online /Add-Package /PackagePath:C:\languagepack\it-it\lp.cab . Aspettare che finisca di caricare ed installare i file di lingua (ci potrebbero volere anche 5 min).
  4. Scrivere: bcdedit /set {current} locale it-it con al posto di it-it (che sta per italiano) la vostra lingua, per impostare la lingua del sistema.
  5. Scrivere exit per uscire dal prompt.
  6. Andare su start e scrivere regedit sulla barra di ricerca per aprire il registro di sistema.
  7. Andare alla chiave HKEY_LOCAL_MACHINE\SYSTEM\CurrentControlSet\Control\MUI\ UILanguages e cancellare la voce relativa alla lingua inglese en-US.
  8. Chiudere il registro e riavviare il pc per gustarvi Windows 7 Professional nella vostra lingua preferita.

edit 23/09/11: se avete scaricato window 7 professional SP1 controllate se anche i language pack sono SP1. Se non li trovate provate a questo link: http://valkiro.org/2011/02/27/dove-scaricare-windows-7-sp1-mui-language-packs/

Link Language Pack Italiano: http://www.megaupload.com/?d=BSHFHL35

*thanks Francesco

Wedit, ambiente di sviluppo integrato per lcc-win32 {0}

Questo semestre universitario ho deciso di frequentare il corso di “Programmazione dei Sistemi Digitali” che in buona parte consiste nella programmazione in linguaggio C.

wedit

Nelle aule universitarie abbiamo installato Fedora Core 10.0 Linux quindi questo linguaggio è supportato nativamente senza bisogno di ulteriori accorgimenti. Ho deciso allora di provare anche io sul mio portatile con Ubuntu Linux 8.10 ma anche se tutto funziona perfettamente sono rimasto poco contento di dover usare text editor e console ( con le varie istruzioni cd ogni volta per trovare la cartella del codice ) per i miei programmi.

Il linguaggio C però non era la prima volta che lo vedevo. All’ITIS Rossi avevamo fatto le basi di questo codice e mi sono ricordato che allora nei laboratori con Windows 95 usavamo un programmino che faceva tutto in uno. Ho deciso così di risfogliare i vecchi appunti delle superiori per sapere il nome di questo programma e finalmente l’ho trovato: lccWin32.

Creare programmi in C usando Wedit, l’ambiente di sviluppo integrato( IDE –Integrated Development Environment ) per lccwin32 è relativamente molto più semplice. Di seguito vi illustro la procedura passo a passo.

  1. Per prima cosa scaricare lccWin32 da questo link di download.
  2. Installare il pacchetto sul vostro pc.
  3. Dal menu start-tutti i programmi cliccare su lcc-win32 per avviare il programma.
  4. Se avete fatto tutto correttamente si dovrebbe avviare Wedit.

Per iniziare un nuovo progetto ( procedura da seguire ogni volta che si apre il software e si vuole realizzare un nuovo programma ):

  1. Dal menu project selezionare Create….
  2. Dare un nome al progetto e selezionare la directory di lavoro per i vostri programmi in C e andate avanti con OK.
  3. Se vi chiede di usare la cartella lcc cliccare “Yes” mentre per il Wizard “No”.
  4. Selezionare i vostri file sorgenti ( se non li avete ancora fatti cliccate annulla ). Consiglio di creare i sorgenti prima ( nomefile.c ).
  5. Finestra Sources file for the project fare OK o se non avete aggiunto sorgenti fare cancel e dopo OK.
  6. Per il resto basta scegliere Ansi-C Only e poi Avanti-Avanti-Fine.

Adesso potete creare un nuovo file ( mi raccomando di salvarlo con estensione *.c ) se non l’avete caricato prima o modificare quello che avete caricato.

Nel menu compiler troviamo tutte le opzioni di Compile, Execute, Debug.

Tra i lati positivi di questo IDE troviamo la sua semplicità, la sua leggerezza nell’eseguire e nello spazio occupato.

Unica pecca di cui non ho capito il motivo è che la cartella di lavoro deve trovarsi in un drive diverso da quello in cui è installato lccwin32. Nel mio caso questi è installato in C:\ e la cartella di lavoro si trova in un’altra partizione.

Video: Windows 95 su Nokia N82 {0}

Oggi navigando un pò per internet noto che su DailyMobile pubblicano un video assolutamente incredibile. Dopo avere mostrato il filmato di un Nokia N95 con Windows 3.1 installato adesso è il turno di un Nokia N82 con Windows 95!

httpv://www.youtube.com/watch?v=ZngrzFzMVqQ

Non saprei dirvi se il video sia in realtà un fake ma quello che è sicuro è che se questi ragazzi sono riusciti a fare questa cosa sono a dir poco incredibili. Lascio giudicare voi stessi!

da DailyMobile