Wedit, ambiente di sviluppo integrato per lcc-win32{0}

Questo semestre universitario ho deciso di frequentare il corso di “Programmazione dei Sistemi Digitali” che in buona parte consiste nella programmazione in linguaggio C.

wedit

Nelle aule universitarie abbiamo installato Fedora Core 10.0 Linux quindi questo linguaggio è supportato nativamente senza bisogno di ulteriori accorgimenti. Ho deciso allora di provare anche io sul mio portatile con Ubuntu Linux 8.10 ma anche se tutto funziona perfettamente sono rimasto poco contento di dover usare text editor e console ( con le varie istruzioni cd ogni volta per trovare la cartella del codice ) per i miei programmi.

Il linguaggio C però non era la prima volta che lo vedevo. All’ITIS Rossi avevamo fatto le basi di questo codice e mi sono ricordato che allora nei laboratori con Windows 95 usavamo un programmino che faceva tutto in uno. Ho deciso così di risfogliare i vecchi appunti delle superiori per sapere il nome di questo programma e finalmente l’ho trovato: lccWin32.

Creare programmi in C usando Wedit, l’ambiente di sviluppo integrato( IDE –Integrated Development Environment ) per lccwin32 è relativamente molto più semplice. Di seguito vi illustro la procedura passo a passo.

  1. Per prima cosa scaricare lccWin32 da questo link di download.
  2. Installare il pacchetto sul vostro pc.
  3. Dal menu start-tutti i programmi cliccare su lcc-win32 per avviare il programma.
  4. Se avete fatto tutto correttamente si dovrebbe avviare Wedit.

Per iniziare un nuovo progetto ( procedura da seguire ogni volta che si apre il software e si vuole realizzare un nuovo programma ):

  1. Dal menu project selezionare Create….
  2. Dare un nome al progetto e selezionare la directory di lavoro per i vostri programmi in C e andate avanti con OK.
  3. Se vi chiede di usare la cartella lcc cliccare “Yes” mentre per il Wizard “No”.
  4. Selezionare i vostri file sorgenti ( se non li avete ancora fatti cliccate annulla ). Consiglio di creare i sorgenti prima ( nomefile.c ).
  5. Finestra Sources file for the project fare OK o se non avete aggiunto sorgenti fare cancel e dopo OK.
  6. Per il resto basta scegliere Ansi-C Only e poi Avanti-Avanti-Fine.

Adesso potete creare un nuovo file ( mi raccomando di salvarlo con estensione *.c ) se non l’avete caricato prima o modificare quello che avete caricato.

Nel menu compiler troviamo tutte le opzioni di Compile, Execute, Debug.

Tra i lati positivi di questo IDE troviamo la sua semplicità, la sua leggerezza nell’eseguire e nello spazio occupato.

Unica pecca di cui non ho capito il motivo è che la cartella di lavoro deve trovarsi in un drive diverso da quello in cui è installato lccwin32. Nel mio caso questi è installato in C:\ e la cartella di lavoro si trova in un’altra partizione.